Sana e robusta Costituzione

Su Internazionale della scorsa settimana (o era l’altra?) c’era un gustosissimo reportage di due testimoni (il premier lussemburghese e un diplomatico belga) di come è andata quella triste vicenda della mancata approvazione della Costituzione Europea, sul finire del 2003.

Ricorderete che l’Europa si basa su un concetto meramente economico (Mec, Cee, vi dicono sicuramente qualcosa). Giustamente, qualcuno ha pensato: è ora che si doti anche di qualche concetto politico. Sarebbe ora, si.
Hanno messo Giscard D’Estaing a capo di una Convenzione, lui ha scritto qualcosa che assomiglia a un fritto misto di buone intenzioni e princìpi generali e l’ha chiamata “bozza della Costituzione Europea”.
Ed era anche piena di ironia: cose come “l’Europa si basa sui lumi” ha fatto il giro del mondo – sarà forse umorismo francese…

Comunque, i vari premier hanno fatto finta che tutti si trovassero d’accordo sulla bozza e hanno preparato lo scherzo. A chi? A Berlusconi, che in quel tempo presiedeva, purtroppo, la presidenza di turno dell’UE.
Il nostro, che ricordiamo essere gaffe-prone, è arrivato alla fine del semestre europeo, ha pensato che fosse una cosa seria, ha fatto due o tre battute anche lui e soprattutto ha pensato “Adesso passerò alla storia: faccio approvare la Costituzione Europea”. Di come è andata lo sappiamo tutti: un miserabile fallimento. Tutti avevano capito il gioco, tranne qualche premier poco sveglio, ma vabbè, i più andavano al ristorante giapponese la sera a raccontarsi di quanto fosse stato divertente.
La parte migliore però viene dopo. Appena il tempo per far decantare un po’ la cosa, e giusto dopo aver fatto un incontro a tre utile per far capire chi comanda, i nostri, Chirac e Schroeder – ma escluso Blair (che lui è meglio che non si occupi di cose europee, che poi diventa imbarazzante) – hanno annunciato in pompa magna: la Costituzione Europea uscirà alla fine dell’anno. Lo dicono loro. E come per incanto per Spagna è GO. Per Polonia è GO. Ovviamente anche per Berlusconì dovrà esserlo. Facciamo mica la parte degli offesi?
Poi magari ci riescono a inserire anche un po’ di Storia dentro con la S: cioè che le radici dell’Europa, volenti o meno, sono cristiane. Ma su questo non ci spero molto: a Chirac piacciono molto più i lumi.. Mondieu

3 thoughts on “Sana e robusta Costituzione”

Comments are closed.