Qualche buona notizia | Luciano Giustini

Qualche buona notizia


 

In un periodo come quello attuale, trovare buone notizie e' gia' un mezzo miracolo. Se poi riguardano l'informatica, ancora meglio. No, non voglio commentare quello che ha detto il ministro Stanca stasera dopo l'incontro con Berlusconi, bensi' queste due notizie:

GOOGLE APRE UNA SEDE IN ITALIA...
SU JAVA ACCORDO MICROSOFT-SUN

Sulla prima notizia in effetti non si avrebbe granche' da commentare. Il motore di ricerca e' completamente progettato e controllato da giovani ingegneri informatici e, se mi passate il giudizio di parte, difatti funziona molto bene, non ha pubblicita' occulta e/o intrusiva, e propone servizi utili e veloci. :-) Dico non ci sarebbe da commentare, se non il fatto che la comunita' informatica vede ormai con occhio sereno e pensiero lucido l'avanzata inarrestabile di Google come una Cosa Buona. Cio' mi conforta. Sinceramente, pensavo che i portaloni luccicanti avrebbero finito per attrarre di piu' dell'interfaccia scarna ma efficiente di Google. Bene. E mi conforta il fatto che hanno pensato all'Italia come a un Paese in cui aprire una sia pur piccola filiale, sia pur per la pubblicita'.

La seconda notizia invece racchiude una sua intrinseca importanza. Non per l'accordo in se' e per se' - Microsoft cerchera' sicuramente altre strade, ovviamente poco eleganti, per cercare di fermare l'avanzata di Java. E' importante perche' Java e' un linguaggio eccezionale e va diffuso quanto piu' possibile. Microsoft con la mossa di eliminarlo dalla dotazione standard di Internet Explorer aveva boicottato in modo pesante Java - ricordo che IE e' il browser piu' diffuso (supera abbondantemente l'80% di penetrazione) tra gli utenti Internet. D'accordo che la sua fruibilita' e' evidenziata soprattutto in altri ambiti, ma il fatto che Microsoft combatta apertamente un linguaggio di programmazione non fa mai bene al linguaggio (neanche quando lo "abbraccia", peraltro: molto meglio l'indifferenza). Comunque, IE o no, Java rimane un linguaggio splendido. Non penso ci sia bisogno di spiegare perche', comunque ricordo solamente le sue caratteristiche principali: e' orientato completamente agli oggetti ed e' multipiattaforma (e gia' questo..), e' derivato strettamente dal C++ ma con la gestione dei puntatori affidata al programma e piu' sicura, e' standard ed e' praticamente indipendente da Sun, nonostante Sun, e' molto versatile, e' perfino didattico e puo' essere contemporaneamente semplice da usare e potente. Cosa volere di piu'? Che Microsoft non lo boicotti sarebbe tanto.


Add New Comment

comments powered by Disqus
Benvenuto 54.198.134.127!
Chi sono: mi occupo di processi digitali (Digital clusters) sui Social network e insegno in percorsi di approfondimento universitari su Comunicazione e Digital media.
Social
+
Latest issue: LGPost.com. Powered by Paper.li

 

Recent Entries

Cambridge, abbiamo un problema (intrinseco)
A marzo del 2017 Michal Kosinski, uno psicologo e Ph.D di Cambridge, professore a Stanford di Organisational Behavior, presenta…
Bilancio di un anno (bello, faticoso e difficile)
✓ 1° Libro (in fase di correzione, ma ci siamo) ✓ 2ª Laurea (umanistica, la prima era tecnica)✓ 1° articolo…
La seconda laurea e l'insegnamento (da trarne)
Il 18 maggio ho conseguito la mia seconda laurea, in Scienze dell'informazione, della comunicazione e dell'editoria all'Università degli Studi…
Roma, o delle elezioni capitali
(post in aggiornamento) Come avevo scritto su Facebook, sto facendo una personale misurazione, senza alcuna pretesa scientifica, ma ad…
Qualcosa sull'automobile: dal diesel(gate), alle alternative a idrogeno ed elettrico
(Il post è stato aggiornato dopo la pubblicazione) (foto: l'algido ed inetto - dal punto di vista comunicativo -…

Twitter

Publications

DigitCult

Altri miei siti

  • luciano's Tumblr - small pics and quick quotes
  • lucianogiustini.Wordpress.com - metablog
  • Parole di Vita - pensieri spirituali
  • Belle parole - letture di blog quotidiani
  • Nosce - pillole di psicologia
  • The Morning Express - early day reflections
  • LGpost.com - content curation