Fatta la legge, trovato l’inganno (a noi)

Come si sa questa legge elettorale fa abbastanza schifo, il Povero Silvio l’ha fatta per non perdere le elezioni, che poi le elezioni le perdera’ perche’ lui non è stato capace di mettersi da parte.
Eppure come analizza puntualmente il centrosinistradeigiovani, la legge porta con sè anche l’orribile caratteristica di ripristinare la partitocrazia. (lui dice Introdurre: deve essere giovane) : trovo questa cosa, tra le altre, la più detestabile. Si, non poter più mettere un nomignolo su una scheda, per quanto fonte di clientelismo, è quanto di più lontano dalla DEMOcrazia possa esserci.
Tutto vero. Il giovine arriva a concludere che il “popolo” voterà per chi annullerà tutto, si rimangerà tutto e ripristinerà tutto, e questi ovviamente dovrebbe essere il centrosinistra. Temo sia una pia illusione, anche se sperare non costa nulla. Oramai che i partiti hanno ottenuto questa opzione, sarà molto difficile che tornino indietro. Si inventeranno caivilli e leggine, ma dopotutto fa molto comodo poter mettere i nomi sulle schede in sede di partito. Questo a sinistra ed a destra. Al centro, a monte, a valle…Berlusca non ha fatto che ripristinare un antico sogno di gloria della Democrazia Cristiana: non far guastare tutto da quegli inaffidabili degli elettori, che pretendono di decidere chi deve sedere sugli scranni. Degli illusi, senz’altro.