sono in lettura | Luciano Giustini

sono in lettura


 

II di copertina: "L'esperienza dell'innamoramento e del'amore romantico - l'esaltazione, gli sbalzi d'umore, l'insonnia, l'ossessività - è universale e attraversa i secoli, le civiltà, i continenti. Fino ad ora la nostra interpretazione dell'amore è stata modellata fondamentalmente dai versi dei poeti, dall'analisi degli psicologi, dalle melodie romantiche dei compositori... In Perché amiamo, Helen Fisher si serve di un approccio diverso, basato su anni di ricerche compiute con un gruppo di neuroscienziati, e che ha portato a delle conclusioni solo ipotizzate dagli psicologi: quando ci si innamora, vengono in realtà attivate delle aree specifiche del nostro cervello, che si sono sviluppate in milioni di anni. Ciò che noi definiamo come un'emozione, in realtà è un impulso potente come la fame. (...)"


Collateralmente:

L'amore romantico finisce a causa dei farmaci? (fonte) "Per la maggior parte delle persone che prendono antidepressivi, il rischio di avere un calo di desiderio sessuale sembra un sacrificio meritevole per i benefici dei farmaci. 70 % dei pazienti che prendono antidepressivi rapportano effetti collaterali sessuali e il numero è aumentato da quando il Prozac è stato presentato nel 1980. L'anno scorso [l'articolo è del 2004, n.d.r.], secondo le statistiche, i medici americani hanno prescritto antidepressivi a 213 milioni di persone.[...]"

1 TrackBack

Questo post si compone di due parti: questa che state leggendo e una parte scritta precedentemente "In caso di necessità" che tratta del disinnamoramento. Le due parti possono essere lette separatamente senza che vi sia una particolare discontinuità l... Read More


Add New Comment

comments powered by Disqus

1 Comment

Cavolo, 213 milioni di persone!O_o

Movable Type platform comments
Chi sono in breve
Mi occupo di processi digitali sui social network (in particolare cluster digitali), e insegno in percorsi di approfondimento universitari su Web e nuovi media.
Social
+
Latest issue LGPost.com - Powered by Paper.li
Digital Clusters: How the Net is Marking Us

DigitCult

Recent Entries

Perché Anon è un piccolo capolavoro (e non è adatto per il cinema)
Dando per scontato che Netflix è una droga, nelle mie serate di preparazione a un esame mi è capitato…
Cambridge, abbiamo un problema (intrinseco)
A marzo del 2017 Michal Kosinski, uno psicologo e Ph.D di Cambridge, professore a Stanford di Organisational Behavior, presenta…
Bilancio di un anno (bello, faticoso e difficile)
✓ 1° Libro (in fase di correzione, ma ci siamo) ✓ 2ª Laurea (umanistica, la prima era tecnica)✓ 1° articolo…
La seconda laurea e l'insegnamento (da trarne)
Il 18 maggio ho conseguito la mia seconda laurea, in Scienze dell'informazione, della comunicazione e dell'editoria all'Università degli Studi…
Roma, o delle elezioni capitali
(post in aggiornamento) Come avevo scritto su Facebook, sto facendo una personale misurazione, senza alcuna pretesa scientifica, ma ad…

Twitter

Altri miei siti

  • luciano's Tumblr - small pics and quick quotes
  • lucianogiustini.Wordpress.com - metablog
  • Parole di Vita - pensieri spirituali
  • Belle parole - letture di blog quotidiani
  • Nosce - pillole di psicologia
  • The Morning Express - early day reflections
  • LGpost.com - content curation