Così parlò De Baggis | Luciano Giustini

Così parlò De Baggis


 
Io preferisco i punti di vista, ai fatti. Ai fatti ho rinunciato da tempo.
mafe | Email | Homepage | 09.24.04 - 5:01 pm | #

Questo commento, apparso sul blog "Maestrinipercaso" in seguito al post "Più che il plagio,è il modo" è leggibile qui, e, nel caso non fosse più disponibile, anche qui.

I fatti, invece, per chi volesse sapere come sono andate le cose in questa vicenda, sono riassunti qui e su Beta.

Mi limiterò a scrivere qualche commento su questa incredibile vicenda.

Oltre che di mancanza di stima reciproca, come dice Marco Schwarz, c'è stata secondo me anche una fondamentale differenza di approccio.

Da una parte, l'approccio di Beta è stato 1) rispondere subito alla richiesta di spiegazioni, 2) parlare con l'autrice di Beta dell'articolo che ha pubblicato e del problema, chiedendole spiegazioni, 3) togliere l'articolo online nel testo in causa, 4) verificare nel più breve tempo possibile e correggere l'articolo scusandosi con gli interessati e apponendo la rettifica in modo visibile e completo. Il tutto in questa sequenza. Un approccio che direi professionale, senza aggiungere altro.

Dall'altra parte, un approccio (uso le parole di Lanfranco) di "linciaggio pubblico", svolto senza conoscere le cause o quantomeno le dinamiche e i tempi del possibile errore, pubblicato senza ascoltare l'altra campana, formulando le ipotesi più disparate su quanto stava avvenendo, (la migliore: un disegno "volto a danneggiare umanamente e professionalmente De Baggis").

In mezzo, una rivista che è online dal 1996 e con un nome del tutto rispettabile, una collaboratrice che è stata presa di mira sul sito dei "Maestrini per caso", e che ha dovuto subire pesanti ironie sul suo nome, e l'ordito di "plagio" verso un errore editoriale, che si poteva e si doveva sicuramente evitare, ma che si poteva risolvere con un chiarimento nel giro di poche ore.
Così non è stato, il motivo è che quel post "umorale" sul blog ha creato un'esasperazione dei toni (con contorno di Metitieri a peggiorare ulteriormente le cose) da portare ad un irrigidimento inevitabile. Naturalmente di fronte a tali comportamenti non si ha voglia nè di perdere tempo, ancorché le polemiche montino e infurino, nè tantomeno di "porgere l'altra guancia".

Peraltro, su chi sia stato "danneggiato umanamente e professionalmente" perchè accecato dalle antipatie di qualcun altro, lascio al lettore decidere chi sia.

La brutta storia è comunque servita: per capire che la fiducia nei collaboratori è sacrosanta ma a volte non basta: questa non è giustificazione, ma una presa d'atto.
E perchè per certe persone...forse la cosa più giusta è ignorarle e basta.

P.S. Ringrazio chi mi ha scritto in e-mail per il sostegno e i consigli su questa triste vicenda.

1 TrackBack

Il periodo delle mie ferie ha coinciso con una triste storia blogosferica. Valore della polemica zero, sia chiaro. Ma ad ogni modo infima e triste. Potrebbe essere preso come un caso scuola su come non comportarsi in rete. Tutto ha... Read More


Add New Comment

comments powered by Disqus
Ciao 54.225.36.143!
Laureato in Ingegneria informatica e in Scienze dell'Informazione e Comunicazione (LM-19), mi occupo di processi digitali sui social media. Insegno in percorsi di approfondimento in Comunicazione e nuovi media all'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum e all'Università di Tor Vergata. Ho fondato la rivista telematica Beta e l'agenzia di notizie IT News, sono stato technology visionary in TEDxViadellaConciliazione, e faccio consulenza con LG Studio.
Contattami o seguimi su Twitter @lucianog!
Social
+

Powered by MailChimp - Articles and selected news.

 

Recent Entries

La seconda laurea e l'insegnamento (da trarne)
Il 18 maggio ho conseguito la mia seconda laurea, in Scienze dell'informazione, della comunicazione e dell'editoria all'Università degli Studi…
Roma, o delle elezioni capitali
(post in aggiornamento) Come avevo scritto su Facebook, sto facendo una personale misurazione, senza alcuna pretesa scientifica, ma ad…
Qualcosa sull'automobile: dal diesel(gate), alle alternative a idrogeno ed elettrico
(Il post è stato aggiornato dopo la pubblicazione) (foto: l'algido ed inetto - dal punto di vista comunicativo -…
L'incontro tra due Grandi della storia
L'incontro tra due Grandi, due rivoluzionari, ognuno a suo modo. In questi anni di trasformazione (per me) ho capito che…
Papa Francesco e i suoi binari comunicativi tra innovazione ed equilibrio
Di fronte alle continue critiche rivolte da alcuni miei amici "cattolici" (o gattolici come si evince da una peculiare…

Twitter

Altri miei blog

  • luciano's Tumblr - small pics and quick quotes
  • lucianogiustini.Wordpress.com - metablog
  • Parole di Vita - pensieri spirituali
  • Belle parole - letture di blog quotidiani
  • Nosce - pillole di psicologia
  • The Morning Express - early day reflections
  • LGpost.com - content curation