Sei sempre tu | Luciano Giustini

Sei sempre tu


 

Uno degli aspetti forse più noti del Web 2.0 è l'interazione che la moltiplicazione evolutiva degli strumenti porta nei confronti di ogni tool verso un altro - ne nascono in continuazione di nuovi, quindi è da una parte normale e dall'altra anche cosa buona - e l'integrazione che nasce dalle piattaforme maggiori verso quelle nuove.
Meno noti, però, sono gli effetti collaterali che questo comporta. Ad esempio ieri mi sono sloggato da Mybloglog per alcuni cambiamenti che volevo fare. Ho notato, quando mi sono loggato nuovamente, che mi veniva chiesto un ID Yahoo (è stato infatti acquisito mesi fa). Fin qui poco male, oramai assistiamo da anni allo scontro tra i tre giganti americani Google-Microsoft-Yahoo, che tendono ad accaparrarsi tutto quello che si muove online - ed ha un minimo di successo - per combattersi tra loro nel predominio del Web.
In questo caso qualche dato mi è stato richiesto in più, e fin qui tutto ok, e una "nuova" iscrizione globalizzata è stata effettuata. Ma all'atto di sloggarmi per terminare le modifiche, ho notato che la mia faccina continuava a presentarsi sui blog che visitavo: nonostante fossi "uscito completamente dal Yahoo network" (e ovviamente anche da Mybloglog) .
Insomma, ciao privacy, all'insaputa dell'utente. Evidentemente qualche cookie rimane in memoria, magari da parte Yahoo, non ho provato a verificare perché in fondo non me ne frega niente. Però prima, se mi sloggavo da Mybloglog, le mie visite non venivano più ovviamente registrate sui blog visitati che aderiscono al servizio.

Forse è una scelta, o magari un errore da parte di qualche ingegnere nel progetto di integrazione. Semplicemente, è una cosa da segnalare.


Add New Comment

comments powered by Disqus
Chi sono
Mi occupo di processi digitali sui social network, e insegno in percorsi universitari su comunicazione e nuovi media. Coorganizzatore (2013) di TEDx ViadellaConciliazione, faccio consulenza per il web e coaching.
Social
+
Newsletter


TinyLetter Privacy Policy

DigitCult
Digital Clusters (How the Net is Marking Us), DigitCult, vol. 2, no. 3, 49-62 (2017)

Ultimi post

La mia Booklist 2018 > Libri per il nuovo anno
L'anno scorso scrivevo il bilancio di un anno bello e denso di avvenimenti importanti, mentre il 2018 è stato…
Perché Anon è un piccolo capolavoro (e non è adatto per il cinema)
Dando per scontato che Netflix è una droga, nelle mie serate di preparazione a un esame mi è capitato…
Cambridge, abbiamo un problema (intrinseco)
A marzo del 2017 Michal Kosinski, uno psicologo e Ph.D di Cambridge, professore a Stanford di Organisational Behavior, presenta…

Twitter

Altri miei siti

  • luciano's Tumblr - small pics and quick quotes
  • lucianogiustini.Wordpress.com - metablog
  • Parole di Vita - pensieri spirituali
  • Belle parole - letture di blog quotidiani
  • Nosce - pillole di psicologia
  • The Morning Express - early day reflections
  • LGpost.com - content curation