Complementi di blog, 1 | Luciano Giustini

Complementi di blog, 1


 

Dopo attenta osservazione, confortato da una certa esperienza personale, ed allertato da qualche delusione in alcuni (ex) blogger amici, ho dedotto che nella odierna gestione dei blog non basta più averne uno, ma la configurazione ottimale sembra essere di tre:

- un blog principale, pubblico, nominativo, nel quale scrivere di cose pubbliche, ma più che altro di blog, con tanti link, eventi blog, blogosfera, citazioni blog e recensioni di cose tecnologiche. In alternativa, di libri. In estrema alternativa, di film. Ma solo se ci sapete veramente scrivere. Oppure siete lei.

- un blog secondario, privato, nel quale scrivere delle vostre cose private. Ad accesso, ça va sans dire come direbbero gli italiani, protetto da password, solo per gli amici.

- un blog anonimo, pubblico, completamente scollegato dalla vostra persona - leggendo il quale anche il vostro amico fraterno avrebbe difficoltà a riconoscervi - dove potete scrivere di tutto quello che vi passa per la mente, ma consigliatamente dei vostri problemi e conflitti interiori. Il cui indirizzo, naturalmente, non va dato agli amici (ma per un motivo valido: sennò poi che gli raccontate di persona?)

Il primo è l'interfaccia pubblica tra voi e l'orbe telematico. Il secondo è l'interfaccia privata tra voi e i vostri amici vicini e lontani (un modo per tenerli al corrente delle vostre cose, se vogliono leggerle), mentre il terzo avrà accessi e commenti superiori ai primi due.


Add New Comment

comments powered by Disqus
Chi sono
Mi occupo di processi digitali sui social network, e insegno in percorsi universitari su comunicazione e nuovi media. Coorganizzatore (2013) di TEDx ViadellaConciliazione, consulente Web LgStudio.
Social
+
Newsletter


TinyLetter Privacy Policy

DigitCult
Digital Clusters (How the Net is Marking Us), DigitCult, vol. 2, no. 3, 49-62 (2017)

Ultimi post

La mia Booklist 2018 > Libri per il nuovo anno
L'anno scorso scrivevo il bilancio di un anno bello e denso di avvenimenti importanti, mentre il 2018 è stato…
Perché Anon è un piccolo capolavoro (e non è adatto per il cinema)
Dando per scontato che Netflix è una droga, nelle mie serate di preparazione a un esame mi è capitato…
Cambridge, abbiamo un problema (intrinseco)
A marzo del 2017 Michal Kosinski, uno psicologo e Ph.D di Cambridge, professore a Stanford di Organisational Behavior, presenta…

Twitter

Altri miei siti

  • luciano's Tumblr - small pics and quick quotes
  • lucianogiustini.Wordpress.com - metablog
  • Parole di Vita - pensieri spirituali
  • Belle parole - letture di blog quotidiani
  • Nosce - pillole di psicologia
  • The Morning Express - early day reflections
  • LGpost.com - content curation