Addio a un grandissimo regista | Luciano Giustini

Addio a un grandissimo regista


 

unavitadifficile.jpg

Mi è dispiaciuto, veramente. Si, sono sempre stato un appassionato spettatore della lunga e bellissima filmografia di Dino Risi, e di lui mi piacevano anche le sue interviste, il suo essere disincantato e cinico, moralista e triste osservatore dei costumi, di come parlava dei "suoi" attori (ieri c'è stata una bella carrellata di tali cose..), di come ha capito Roma (lui milanese...)
Alla fine si ha l'impressione netta che quasi nessun regista avesse saputo precorrere i tempi come lui. Ed ancora oggi, credo che sia così. I suoi film anticipavano questa Italia, quella che era e quella che è. Non è cosa da poco, soprattutto non in modo così chirurgico, e con tanta anteriorità (si parla di 20, 30 anni prima rispetto ai tempi)

Citarne uno tra tutti i film che mi hanno colpito, è difficile. Ne citerò due, forse tra i meno famosi che per un motivo specifico mi sono rimasti nella memoria (ché gli altri, comunque li dovrebbero conoscer tutti, e se non ancora non è così, correteli a vedere in dvd, a partire da In nome del popolo italiano):
Il primo è sicuramente Una vita difficile (1961) (da cui l'immagine è tratta), un film che mi colpì molto per il ruolo inconsuetissimo di un Sordi quasi idealista, non ancora ingabbiato nello stereotipo felliniano dei vitelloni.
Il secondo è Un amore a Roma (1960), che viene considerato quasi un "errore" dalla critica, ma che riporta alla luce ricordi e scene indimenticabili, in una Roma che fa da quinta ad un ennesimo amore che sboccia tra le sue millenearie strade, ma molto diverso rispetto al precedente di Vacanze romane. In Risi non è il romantico e sofferente amore impossibile vissuto da due persone "belle", bensì solo doloroso ed improbabile tra due persone diverse e sbagliate a modo loro. Unica nota in comune, il finale, comunque negativo.


Add New Comment

comments powered by Disqus
Ciao 54.198.221.13!
Laureato in Ingegneria informatica e in Scienze dell'Informazione e Comunicazione (LM-19), mi occupo di processi digitali sui social media. Insegno in percorsi di approfondimento in Comunicazione e nuovi media all'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum e all'Università di Tor Vergata. Ho fondato la rivista telematica Beta e l'agenzia di notizie IT News, sono stato technology visionary in TEDxViadellaConciliazione, e faccio consulenza con LG Studio.
Contattami o seguimi su Twitter @lucianog!
Social
+

Powered by MailChimp - Articles and selected news.

 

Recent Entries

La seconda laurea e l'insegnamento (da trarne)
Il 18 maggio ho conseguito la mia seconda laurea, in Scienze dell'informazione, della comunicazione e dell'editoria all'Università degli Studi…
Roma, o delle elezioni capitali
(post in aggiornamento) Come avevo scritto su Facebook, sto facendo una personale misurazione, senza alcuna pretesa scientifica, ma ad…
Qualcosa sull'automobile: dal diesel(gate), alle alternative a idrogeno ed elettrico
(Il post è stato aggiornato dopo la pubblicazione) (foto: l'algido ed inetto - dal punto di vista comunicativo -…
L'incontro tra due Grandi della storia
L'incontro tra due Grandi, due rivoluzionari, ognuno a suo modo. In questi anni di trasformazione (per me) ho capito che…
Papa Francesco e i suoi binari comunicativi tra innovazione ed equilibrio
Di fronte alle continue critiche rivolte da alcuni miei amici "cattolici" (o gattolici come si evince da una peculiare…

Twitter

Altri miei blog

  • luciano's Tumblr - small pics and quick quotes
  • lucianogiustini.Wordpress.com - metablog
  • Parole di Vita - pensieri spirituali
  • Belle parole - letture di blog quotidiani
  • Nosce - pillole di psicologia
  • The Morning Express - early day reflections
  • LGpost.com - content curation