Dimmi cosa leggi e ti dirò chi sei | Luciano Giustini

Dimmi cosa leggi e ti dirò chi sei


 

Nuovo arrivato nel vivace web 2.0, ho trovato molto utile, sensato e soprattutto ben fatto Anobii, sito per la condivisione di librerie. Il fine del sito è scoprire chi legge cosa, e chi legge, soprattutto, le mie stesse cose, cioè chi ha i miei gusti e con cui magari scambiare impressioni. In realtà le possibilità offerte da questo sistema, ripeto, che mi sembra strutturato molto bene ed apparentemente semplice e potente sono molte di più, dal navigare nelle librerie degli altri (vicini o lontani) e scroprire libri affini, al leggere le recensioni associate ai singoli libri che si trovano sui blog degli autori, e così via. Il tutto in un'interfaccia in buon italiano, anche se qui e lì appare qualcosa scritto in inglese.

Bisogna inserire i libri a mano: ovviamente, come credo la maggior parte di chi ha aderito a questo nuovo social tool (praticamente tutti, io sono l'ultimo credo), ho fatto la spola per un po' tra libreria e tastiera per digitare i codici ISBN dei vari libri che sceglievo. Scoprendo di aver letto libri di cui avevo dimenticato l'esistenza. in particolare i libri tecnici (sarà un segno?)...: ecco la mia libreria virtuale (largamente incompleta, per ora, son riuscito a inserire si e no una trentina di libri, ma credo che rimarrà tale....pian piano li aggiungerò....)

In particolare la mia contentezza è molto proveniente dalla wishlist - lista dei desideri pubblicabile, cosa che cercavo da tempo sui siti italiani(zzati) quali bol.it e ibs.it senza peraltro trovarla mai (ce l'ha solo Amazon se non sbaglio e non per tutti i libri, specie se italiani).

Unico cruccio, i libri che non hanno ISBN, anteriori agli anni '70 se non ho letto male. In effetti in libreria son pieno di libri piuttosto vecchi (alcuni addirittura molto vecchi)... la procedura è un po' più complessa in tal caso, ma non tanto. E alle brutte, è possibile inserire un nuovo record per libri che proprio non riesce a trovare (leggo libri strani, ma almeno non sono tra quelli che hanno Angeli e demoni di Dan Brown. C'è perfino chi lo ha messo nei raccomandati..)


Add New Comment

comments powered by Disqus
Chi sono in breve
Mi occupo di processi digitali sui social network (in particolare Digital clusters), e insegno in percorsi di approfondimento universitari su Web e nuovi media.
Social
+
Latest issue LGPost.com - Powered by Paper.li
Digital Clusters: How the Net is Marking Us

DigitCult

Recent Entries

Perché Anon è un piccolo capolavoro (e non è adatto per il cinema)
Dando per scontato che Netflix è una droga, nelle mie serate di preparazione a un esame mi è capitato…
Cambridge, abbiamo un problema (intrinseco)
A marzo del 2017 Michal Kosinski, uno psicologo e Ph.D di Cambridge, professore a Stanford di Organisational Behavior, presenta…
Bilancio di un anno (bello, faticoso e difficile)
✓ 1° Libro (in fase di correzione, ma ci siamo) ✓ 2ª Laurea (umanistica, la prima era tecnica)✓ 1° articolo…
La seconda laurea e l'insegnamento (da trarne)
Il 18 maggio ho conseguito la mia seconda laurea, in Scienze dell'informazione, della comunicazione e dell'editoria all'Università degli Studi…
Roma, o delle elezioni capitali
(post in aggiornamento) Come avevo scritto su Facebook, sto facendo una personale misurazione, senza alcuna pretesa scientifica, ma ad…

Twitter

Altri miei siti

  • luciano's Tumblr - small pics and quick quotes
  • lucianogiustini.Wordpress.com - metablog
  • Parole di Vita - pensieri spirituali
  • Belle parole - letture di blog quotidiani
  • Nosce - pillole di psicologia
  • The Morning Express - early day reflections
  • LGpost.com - content curation