Lost di Pasquetta | Luciano Giustini
Attenzione! Questa è una versione archiviata e non aggiornata del sito. Per visualizzare la versione corrente passa per la Homepage, grazie.

Lost di Pasquetta


 

Imprecisioni di sceneggiatura e di regia... per un telefilm di così alte pretese, prentendiamo molto. Shannon (la fighetta stronza) ha sempre un perfetto trucco ma soprattutto denti bianchi splendenti. Come fa in un'isola deserta? Si lava con lo sbiancante? Da un mese?
Charlie (il rocker fallito) ha la barba, ok, pero la sua è curata. Nessuno si metterebbe a curare la barba in una situazione simile no? Men che meno uno che non se la curava neanche nella vita "civile", come si vede dai flashback.
E a proposito di barba.. quasi tutti hanno la barba precisamente di qualche giorno. Alcuni, addirittura sono ben rasati. Non è un mese che stanno li? Perchè nessun maschio ha ad esempio la barba di un mese, dunque?
Se Etan (quello che non c'era nella lista) voleva Claire, perché l'ha chiesta a Charlie e non se l'è invece andata a riprendere lui, visto che era capace di arrivare da solo benissimo alla spiaggia? E' illogico.

PS. Lo stacchetto di Raidue con i suoni secchi e immagini veloci è meraviglioso.


Add New Comment

comments powered by Disqus

2 Comments

Le cose illogiche, semmai, sono altre.
Considerando che a metà della seconda serie i naufraghi hanno totalizzato 48 giorni di permanenza sull'isola, alla prima erano sostanzialmente appena arrivati.
Trucchi, rasoi, schiuma da barba, dentifrici erano ovviamente presenti a profusione nei bagagli dei passeggeri dell'aereo.

A a me sembra strano che si trucchino, non che ci siano i trucchi. Uno degli errori più comuni nelle sceneggiature è che le donne sono truccate anche quando non dovrebbero. In alcuni casi in Lost mi sembra faccia proprio questo (banalissimo) errore. Lo stesso per gli uomini: veramente, tu in una situazione del genere ti metteresti a rifilarti la barba bella precisa?
E quali altre cose illogiche ci sono? Se tu hai già visto tutto, non mi togliere la sorpresa però. Vedi un po'. :-)

Movable Type platform comments
Chi sono
Mi occupo di processi digitali sui social network, e insegno in percorsi universitari su comunicazione e nuovi media. Coorganizzatore (2013) di TEDx ViadellaConciliazione, consulente Web LgStudio.
Social
+
Newsletter


TinyLetter Privacy Policy

DigitCult
Digital Clusters (How the Net is Marking Us), DigitCult, vol. 2, no. 3, 49-62 (2017)

Ultimi post

La mia Booklist 2018 > Libri per il nuovo anno
L'anno scorso scrivevo il bilancio di un anno bello e denso di avvenimenti importanti, mentre il 2018 è stato…
Perché Anon è un piccolo capolavoro (e non è adatto per il cinema)
Dando per scontato che Netflix è una droga, nelle mie serate di preparazione a un esame mi è capitato…
Cambridge, abbiamo un problema (intrinseco)
A marzo del 2017 Michal Kosinski, uno psicologo e Ph.D di Cambridge, professore a Stanford di Organisational Behavior, presenta…

Twitter

Altri miei siti

  • luciano's Tumblr - small pics and quick quotes
  • lucianogiustini.Wordpress.com - metablog
  • Parole di Vita - pensieri spirituali
  • Belle parole - letture di blog quotidiani
  • Nosce - pillole di psicologia
  • The Morning Express - early day reflections
  • LGpost.com - content curation