La Statua che servirà alla storia | Luciano Giustini

La Statua che servirà alla storia


 


Non c'e' dubbio che questa sara' l'immagine che verra' tramandata alla storia di questa guerra all'Iraq. Strana guerra. Anche l'improvvisa e repentina sparizione della totalita' dei politici e del regime e' strana: accordo per la vita? Accordo di altro tipo? Gli sono sfuggiti ancora? Ma si..

Chi commenta questa guerra lo fa in due modi: da una parte ci sono quelli che pensano che Bush abbia sbagliato tutto. Dall'altra quelli che pensano che, si' beh forse il metodo non e' dei migliori, ma andava fatto cosi': il regime doveva essere abbattuto con la forza. I primi sono la maggioranza, i secondi pensano che, come al solito, la maggioranza non ha capito niente. Sara' la Storia a dire chi ha ragione.

Perlomeno, adesso sembriamo tutti sollevati. Io sono sollevato. Vedere che la guerra e' sostanzialmente ad una svolta mi fa pensare "Meno male", cioe' il male minore, proprio come Bush jr. Pero' questi giorni passati nell'angoscia dei telegiornali e delle radio che parlavano dei civili uccisi per errore, dei giornalisti uccisi per errore, dei palazzi pieni di famiglie bombardati per errore, dei mercati con bambini e mamme inermi uccise per errore, della guerra fatta per un gigantesco errore (dell'Onu, scuola di pensiero seguita anche da me) non possono mettere a tacere un bel niente. Qualcuno pensa che vale la pena sacrificare cosi' tante vite umane (compresi migliaia di militari iracheni e decine di mmilitari USA: qualcuno forse non li considera persone) per "liberare" un popolo dalla dittatura, avere il controllo delle risorse petrolifere, eliminare un regime che fiancheggia il terrorismo. Ah, se c'e' qualcuno, e ci sono, grazie, fuori di qui. Agli americani piace molto fare cosi': lo fecero cinquant'anni fa anche da noi: ci "liberarono". Sbarco, bombardamento, ricostruzione, accordi commerciali, fanno finta di essere i buoni. Corsi e ricorsi storici, diceva Vico.
Troppo facile, dico io..


Add New Comment

comments powered by Disqus
Chi sono
Mi occupo di processi digitali sui social network, e insegno in percorsi universitari su comunicazione e nuovi media. Coorganizzatore (2013) di TEDx ViadellaConciliazione, faccio consulenza per il web e coaching.
Social
+
Newsletter


TinyLetter Privacy Policy

DigitCult
Digital Clusters (How the Net is Marking Us), DigitCult, vol. 2, no. 3, 49-62 (2017)

Ultimi post

La mia Booklist 2018 > Libri per il nuovo anno
L'anno scorso scrivevo il bilancio di un anno bello e denso di avvenimenti importanti, mentre il 2018 è stato…
Perché Anon è un piccolo capolavoro (e non è adatto per il cinema)
Dando per scontato che Netflix è una droga, nelle mie serate di preparazione a un esame mi è capitato…
Cambridge, abbiamo un problema (intrinseco)
A marzo del 2017 Michal Kosinski, uno psicologo e Ph.D di Cambridge, professore a Stanford di Organisational Behavior, presenta…

Twitter

Altri miei siti

  • luciano's Tumblr - small pics and quick quotes
  • lucianogiustini.Wordpress.com - metablog
  • Parole di Vita - pensieri spirituali
  • Belle parole - letture di blog quotidiani
  • Nosce - pillole di psicologia
  • The Morning Express - early day reflections
  • LGpost.com - content curation